organigramma aziendale

Cos’è un organigramma aziendale e a cosa serve?

Quando si parla di organigramma aziendale, ci si riferisce a uno schema organizzativo che, a livello grafico, rappresenta una struttura interna aziendale. 

È molto utile all’Ufficio delle Risorse Umane poiché offre la possibilità di visualizzare in modo rapido la gerarchia a livello di team di un’azienda. Continua a leggere l’articolo su Reting per approfondire meglio il concetto di organigramma. 

Che cos’è un organigramma aziendale

L’organigramma aziendale può essere considerato come un diagramma organizzativo, molto utile alle Risorse Umane per una visualizzazione gerarchica dei vari team, a seconda però di colui che si riferisce a ogni singolo individuo oppure a chi è responsabile di ogni dipendente o team. 

Ma quali sono gli elementi che devono apparire nell’organigramma? Il primo di cui parleremo è l’apice strategico. 

Apice strategico

L’apice strategico si riferisce ai top manager aziendali, che sono chiamati a prendere decisioni fondamentali sull’azienda e la relativa immagine.

Il loro compito è approvare quasi tutti i processi, controllare tutti gli altri dipartimenti e la maggior parte delle attività, che delegheranno però ai vari subordinati indicati all’interno dell’organigramma. Nel prossimo paragrafo parleremo della linea di mezzo. 

Linea di mezzo

Per linea di mezzo si intende il quadro aziendale intermedio che fa da ponte tra dirigenti senior e dipendenti responsabili di tutte le azioni che influenzano in modo diretto l’azienda. 

La comunicazione in questa fase è fondamentale, con l’organigramma aziendale a rappresentare l’alleato migliore per gestire i team. Vediamo di seguito cos’è il core operativo in un organigramma. 

Core operativo

Il core operativo è composto dai lavoratori a diretto contatto con le varie funzioni aziendali. Indipendentemente dalla tipologia di attività (produzione o distribuzione di un prodotto o servizio), questo gruppo di lavoratori si occupa di sviluppare azioni concrete, le quali vengono stabilite dall’apice strategico oppure da esso approvate. Nel prossimo paragrafo parleremo di personale di supporto. 

Personale di supporto

Il personale di supporto è rappresentato da un gruppo di lavoratori che non fanno del tutto parte di un’azienda. In pratica, lavorano in condizioni di subappalto. 

Il loro ruolo è fornire supporto ai lavoratori che hanno compiti specifici e aiutarli a migliorare le prestazioni finali. Vediamo di seguito a cosa servono esattamente gli organigrammi aziendali. 

Leggi anche: Organizzazione aziendale: cosa è importante organizzare e perché?

A cosa servono gli organigrammi aziendali

Un organigramma aziendale aiuta l’azienda ad analizzare ordinatamente ognuna delle strutture dell’organizzazione. 

All’interno dell’organigramma sono presenti i nominativi delle persone che hanno il compito di dirigere ogni dipartimento o divisione. Inoltre consente di conoscere informazioni importanti su come funziona l’azienda, in modo da coordinare molti aspetti dell’attività. 

Vediamo quali sono alcuni vantaggi di un organigramma: 

  • offre la possibilità di definire in modo approfondito gli obiettivi concreti e generali di ogni dipartimento;
  • i dipendenti hanno di fronte un percorso più chiaro verso l’avanzamento dentro l’azienda;
  • è capace di illustrare la catena di comando e il modo con cui le varie relazioni dei dipartimenti vanno definite;
  • permette la rilevazione dei guasti strutturali dell’organizzazione aziendale, che può essere migliorata soltanto ottimizzando le funzioni; 
  • grazie all’organigramma aziendale le Risorse Umane possono apportate modifiche al modo di comunicare tra team e dipendenti per migliorare i sistemi di lavoro;
  • migliora notevolmente la distribuzione dell’autorità. 

Nel prossimo paragrafo tratteremo le varie tipologie di organigrammi. 

Potrebbe esserti utile anche la lettura di: Cos’è il Management aziendale

Che tipi di organigrammi esistono

Esistono quattro tipologie di organigramma aziendale

  • l’organigramma informativo;
  • l’organigramma organizzativo analitico;
  • l’organigramma formale;
  • l’organigramma informale. 

L’organigramma informativo offre una visione molto semplice di tutta l’organizzazione poiché mostra soltanto le informazioni più importanti. Questa tipologia di organigramma viene messa a disposizione di tutti i lavoratori per comunicare loro qual è la struttura basilare dell’azienda. 

L’organigramma organizzativo analitico mostra in modo dettagliato e specifico i dati riguardanti l’organizzazione. Il loro scopo è prettamente analitico e sono in grado di rilevare le perdite di bilancio, le relazioni tra i vari reparti, la distribuzione, ecc. 

L’organizzazione formale è il modello operativo che viene pianificato dall’azienda e che necessita di essere approvato. Un organigramma di una SPA viene considerato formale quando la direzione lo approva. 

L’organigramma informale è invece quello che non è stato ufficialmente approvato dall’azienda. 

A livello di organizzazione aziendale, troviamo l’organigramma gerarchico, il quale dipende dal controllo aziendale interno e segue un percorso a piramide. Un design questo che rende più facile a un superiore comunicare con il proprio subordinato. 

Abbiamo anche l’organigramma a matrice, presente nelle aziende dove ogni progetto ha un direttore o superiore per lavoratore o dipartimento, e l’organigramma piatto, che è privo di posizioni intermedie di comando e in cui sono presenti soltanto i ruoli di dirigenti e dipendenti.