Creare un franchising da zero e pubblicizzarlo

 

creare un franchising da zero e pubblicizzarlo

Creare un franchising è forse il migliore modo per espandere la propria attività e renderne conosciuto il marchio a livello nazionale e internazionale. Anche per quanto riguarda l’aspetto economico, il franchising potrebbe dare nuove e più interessanti opportunità a chi vuole diventare franchisor. Non possiamo riassumere questo argomento così vasto soltanto in poche righe, ma in questo articolo cercheremo di scoprire insieme i principali dettagli per progettare un attività in franchising e guadagnare con fee d’ingresso e royalty.

Creare un franchising, quanto si guadagna?

Creare un franchising, quanto si guadagna

La prima domanda che viene in mente prima ancora di sviluppare un franchising, riguarda proprio il potenziale guadagno che la rete di franchisee sarà in grado di portarti. Quanto si guadagna con il franchising?

I guadagni della futura azienda dipendono principalmente dal tipo di prodotto offerto al mercato, dalla popolarità del brand tra i consumatori, dalla tua politica di fee d’ingresso e dalle royalties che applicherai. In ultima analisi, il tuo guadagno sarai tu stesso a deciderlo in base agli accordi tra franchisor (che sei tu) e franchisee (che sono i tuoi affiliati).

Questo accordo si chiama contratto di franchising e il suo intento è quello di regolare ogni aspetto finanziario e organizzativo del vostro rapporto di lavoro. Ricordati che i franchisee prima di scegliere un franchising al quale affiliarsi, condurranno un’indagine di mercato, sapendo questo puoi già fornire loro delle informazioni prima di firmare il contratto. Una buona analisi di mercato mostra a grandi linee l’affidabilità del tuo marchio, rispetto alla concorrenza.

Ricapitolando, quindi, chi crea un franchising guadagna in base a 3 elementi:

Come nasce un franchising?

come nasce un franchising

Come nasce un franchising è una domanda che ci viene fatta spesso. Il franchising nasce dall’esigenza di espandere un brand che ha riscosso successo presso una certa zona operativa, ed ha una concreta e forte possibilità di affermarsi anche in altri punti del territorio. Ovviamente prima di arrivare a ciò è necessario percorrere alcuni passi fondamentali del camino, che possiamo definire come le fondamenta del sistema franchising.

Il primo passo per creare un franchising e farlo nascere con tutte le caratteristiche giuste, è aprire un unico punto vendita, che fungerà da punto pilota. Durante il primo anno di lavoro del primo punto vendita direzionale, verrà testato il grado di apprezzamento dei prodotti da parte del pubblico, senza tralasciare altri aspetti importanti come i mesi di maggiore afflusso o possibili attività di concorrenza nelle vicinanze.

Se i risultati ottenuti dal primo punto vendita sono soddisfacenti, sarà possibile passare alla fase due.

Nella seconda fase chi lancia un franchising dovrà avere ben chiaro la tipologia di futuro affiliato che si unirà alla rete, e prima di affrontare l’espansione vera e propria, è bene prepararsi a sostenerne i costi economici (molto simili all’apertura di un nuovo punto vendita) e i possibili ostacoli di percorso. Non dimentichiamoci che creare un franchising significa anche dover analizzare e studiare ogni singola mossa nel dettaglio, al fine di evitare, ad ogni costo, potenziali perdite. In questa situazione sarebbe inutile buttarsi a capofitto e cominciare l’espansione, senza avere un piano di espansione e una solida base economica su cui fare affidamento quando arriverà il momento di sostenere i vari costi.

Il terzo step nella creazione di una rete di punti vendita in franchising è decisivo; ormai tutto è preparato e pronto all’azione: la brochure, i contratti e la riserva economica sono al completo. Dopo aver lanciato una forte campagna pubblicitaria di espansione, cominciano a presentarsi le prime domande di affiliazione, e il franchisor deve saper scegliere con molta attenzione anche facendosi aiutare da uno sviluppatore esperto.

 

Come pubblicizzare un franchising

Nel mondo della pubblicità esistono tantissimi modi diversi per pubblicizzare il proprio franchising, ti consiglio quindi di approfondire l’argomento qui: “Come pubblicizzare un franchising“.

Uno dei migliori modi per costruire un marketing per il franchising, in quanto attualmente più efficacie, è proprio il Web. Tutti noi navighiamo nel web almeno una volta al giorno, e ci capita spesso di visualizzare annunci che attirano la nostra attenzione. Potrebbe sembrare difficile da credere, tuttavia anche un singolo post pubblicitario su Facebook è in grado di arrivare sotto gli occhi di migliaia di persone. D’altra parte è possibile pubblicizzare il proprio franchising anche facendo affidamento alle fiere di settore, o alle riviste specializzate, che nonostante siano strumenti più datati, hanno ancora un’utenza estremamente elevata. La cosa migliore da fare in questa situazione, è creare un piano pubblicitario che consenta ci consenta di muoverci sia nel mondo digitale, che in quello offline, scegliendo una delle 3 strategie per il franchising

Approfondisci qui: Franchising pubblicità e comunicazione

 

Se quindi anche tu hai il desiderio di creare un franchising, clicca qui sotto e compila il questionario per capire se la tua attività è franchisizzabile oppure no.

questionario per diventare un franchisor