Gestione aziendale, differenze tra ieri e oggi

Gestione aziendale, differenze tra ieri e oggi

Gestione aziendale, differenza tra ieri e oggi? Ieri il mercato era caratterizzato da staticità, la concorrenza scarsa e gli attori presenti molto pochi. All’imprenditore bastava mettere un prodotto o un servizio sul mercato e, seguendo le sue stesse indicazioni, lo vendeva.

Invece, il mercato di oggi è più esigente e dinamico, con le aziende costantemente in lotta tra di loro per competere e riservarsi il loro spazio di business. Agire di istinto non è consentito, poiché tutto passa attraverso numeri e piani strategici per stabilire dove si vuole arrivare.

Ma com’era prima la gestione aziendale? Vediamolo di seguito.

Come era prima la gestione aziendale

La gestione aziendale di un decennio fa prevedeva che le società, vista l’aumento continuo della domanda, mettessero un prodotto o servizio sul mercato di buona qualità seguendo semplicemente le indicazioni proposte dall’ecosistema economico, vendendolo senza problemi.

Anche se, in confronto al passato, l’economia ha subito una crescita, molti imprenditori continuano a gestire l’impresa in questo modo, ignorando che più passa tempo e più la saturazione aziendale si avvicina.

L’improvvisazione è una minaccia per il business. Purtroppo, questo errore viene ancora commesso da diversi imprenditori, che entrano in un settore di mercato senza obiettivi ben precisi o strategie di differenziazione.

Questo atteggiamento non ha fatto altro che contrapporsi alle varie dinamiche di diversi sistemi economici e alle tante variabili di mercato. Quindi, in che modo bisogna gestire il cambiamento? Vediamolo.

Gestire il cambiamento

Gestire il cambiamento per chi è rimasto ancorato al mercato del passato non è affatto facile. Ci sono imprenditori scarsamente previdenti che non sono riusciti ad assorbire i cambiamenti, tentando di assorbirli in un modo o nell’altro. Il risultato? Alcune aziende sono andate incontro al fallimento.

Invece, una larga fetta di imprenditori è stata costretta a ridimensionare la propria impresa per fronteggiare le tante difficoltà, come prezzi in calo, mancanza di vendite e di liquidità.

Di fronte a questi repentini cambiamenti, anche a livello normativo, un imprenditore non ha vita facile, trovandosi spesso in una situazione di estrema confusione.

Ecco arrivare il turno di coloro che non si arrendono e non si scoraggiano, sempre profusi a cercare la migliore soluzione per non vedere la propria azienda fallire, anzi con la speranza di vederla prosperare prima o poi. Un cambiamento nella gestione aziendale è quindi necessario. Vediamo in che modo.

Il cambiamento nella gestione aziendale

Il cambiamento nella gestione aziendale è determinato dal mercato stesso, che non trascina più l’economia, ma esige molto dalle aziende. Infatti, se prima era il traino di un’economia che cresceva per inattività e senza un minimo di programmazione, adesso ha dismesso il suo compito.

La competizione a livello globale sta costringendo le piccole aziende a una battaglia serrata per ritagliarsi una fetta importante di mercato. Quindi, tutto non accade più per inerzia, ma sono gli attori di mercato, ossia le aziende, che lo fanno accadere. Vediamo come.

Come accadono gli eventi del mercato?

Gli eventi di mercato si verificano quando l’imprenditore di oggi è capace di fare un’analisi dettagliata della situazione economica, finanziaria e patrimoniale della propria azienda.

Le piccole e medie imprese devono imparare da quelle più grandi, come le multinazionali, in cui ogni scelta viene basata sui numeri. Niente istinto, ma soltanto la valutazione di ogni singolo numero dell’attività.

Le multinazionali più conosciute conoscono l’ammontare dell’incasso in uno specifico giorno e sanno in che modo allocare le risorse per evitare la dispersione di liquidità.

In altre parole, hanno il totale controllo della situazione finanziaria e sanno come gestire l’azienda, due aspetti che le consentono di comprendere in quale direzione stanno andando. Di seguito, entriamo nei dettagli su come deve essere gestita un’azienda oggi.

Come gestire l’azienda oggi

La gestione aziendale odierna deve essere improntata sulla pianificazione, sulla programmazione e sul controllo per migliorare, crescere e raggiungere gli obiettivi che un’azienda si è prefissata. Quindi, continuare ad affidarsi al caso è sbagliato.

L’imprenditore di ieri non era in grado di controllare pienamente la situazione finanziaria e gestionale della propria azienda, arrivando finanche a non effettuare le analisi periodiche dei risultati che l’azienda otteneva. L’istinto era il suo credo.

In fondo, non era neanche colpa sua, poiché non esisteva ancora uno strumento capace di fornirgli tutti i dati necessari per verificare la situazione finanziaria aziendale.

Ecco perché oggi è fondamentale avere un modello organizzativo per monitorare i flussi di cassa in modo costante e individuare quei disequilibri che possono mettere a rischio la continuità d’impresa.