punti vendita diretti

La gestione dei punti vendita diretti

Sappiamo che all’interno di una rete in franchising è indispensabile avere un giusto equilibrio tra i punti vendita diretti, gestiti direttamente dalla casa madre, con dipendenti e collaboratori; e quelli aperti in franchising, gestiti dai franchisees. 

La tua attenzione, l’energia e la concentrazione sono risorse limitate e la stessa cosa vale per i tuoi migliori collaboratori. Ho parlato poco fa di “giusto” equilibrio perché gestire punti diretti e gestire una rete in franchising richiede una scelta strategica per evitare di sprecare queste risorse limitate.

Ad esempio, gestire punti diretti, significa: fare riunioni con dipendenti e collaboratori, gestire gli acquisti, i clienti e l’operatività dell’apertura e chiusura, fare i conti del punto vendita e fare in modo che ci sia sempre una realtà armonica e soddisfacente per tutti.

Cosa significa invece gestire dei punti vendita in franchising, quindi fare il franchisor?

Possiamo sintetizzare il tutto in 3 mansioni: 

1- Riunioni con i franchisees

I franchisees, oltre ad essere altri imprenditori e non tuoi dipendenti, sono sparsi in tutta Italia. Quindi, anche se in questo periodo siamo diventati tutti più tecnologici con l’utilizzo di Skype e Zoom, dovrai viaggiare tanto per essere fisicamente presente nei loro punti vendita.

2- Affiancamento

Un bravo manager di rete non aiuta il proprio franchisee con la teoria, ma con la pratica; cioè facendogli vedere dal vivo, nel suo punto vendita, come si fanno ad ottenere gli obiettivi applicando le procedure.

3-  Avviamento delle start-up

Questa è la fase più complicata ed impegnativa. Impegnerai lo stesso tempo e le stesse energie che utilizzi per l’apertura di un nuovo punto vendita diretto. Nella prima parte di avviamento, dovrai essere sul luogo per far sì che tutto sia perfetto. Ed è proprio questo essere presente ed avere un rapporto intenso con i franchisees che ti richiederà molto tempo, attenzione, energia e concentrazione.

Come puoi vedere, gestire il tuo punto vendita o fare il franchisor significa svolgere due ruoli completamente differenti. Non capire a pieno questo concetto, significa impedire alla propria rete di avere successo. 


I 3 errori che hanno conseguenze disastrose sul successo della tua rete

 

Spesso  una rete in franchising non riesce ad avere successo perché sono stati commessi uno o più di questi 3 errori:

1- Dedicare molta più attenzione ai punti diretti che a quelli in franchising.

Molti imprenditori considerano i punti vendita diretti più importanti in termini economici, poiché è da lì che si guadagna maggiormente. Dietro questa scelta però nasce un enorme problema, ovvero i franchisee si sentiranno soli poiché l’imprenditore è troppo concentrato sui suoi negozi.

E cosa può accadere?
I franchisees potrebbero pensare di poter portare avanti il progetto da soli e staccarsi dalla rete. 
Quindi ricordati sempre che per avere una rete di successo, devi dargli la massima attenzione!

2- Non delegare tutte le funzioni manageriali ed operative dei punti vendita diretti. 

Noi di Reting con tutti i nostri clienti, prima di partire con l’espansione in franchising, ci assicuriamo che tutte le funzioni amministrative e manageriali dei punti vendita diretti siano delegate. 

Perchè?
Questo è l’unico modo in cui il franchisor riesce a dedicarsi interamente alla creazione di una nuova attività

Bisogna, però, fare attenzione alla delega!
Infatti, molti imprenditori sbagliano a delegare perché partono da ciò che non sono bravi a fare. Ad esempio inseriscono una persona “brava con i numeri” perché non ne vogliono sapere di fare i conti i prima persona. In questo modo, quando sorgerà un problema, risponderanno sempre in maniera teorica, con degli ordini poco risolutivi o peggio ancora diventeranno “schiavi” di quel collaboratore perché non hanno idea di come si faccia a mettere mano al suo lavoro.

Per questo motivo devi delegare prima di tutto le cose in cui sei davvero bravo, poi gestire tutte le aree in manca ancora una procedura chiara e vincente con l’obiettivo di delegare anche quelle.

Sfrutta tutta la tecnologia che hai creato per il franchising, quindi i manuali, le procedure, ecc, per delegare tutta l’operatività e la managerialità dei punti vendita ai tuoi collaboratori. 

L’unica cosa che non dovrai mai delegare ad altri sono le decisioni finanziarie e strategiche; non parlo del fare i bonifici o versamenti in banca ma di scegliere nuovi fornitori o inserire nuovi prodotti.

Ricordati quindi, che se non deleghi la gestione del punto vendita, non avrai tempo per gestire i franchisees e loro si sentiranno abbandonati a se stessi e come nel primo punto sopra, si staccheranno dalla rete.

3- Sottovalutare la fase di avviamento. 

Devi organizzare i punti diretti in modo tale che siano delle scuole dove un franchisee possa andare ad imparare, studiare e vedere dal vivo come funziona l’operatività del suo futuro punto vendita.

Quindi, se nella gestione dei punti diretti non hai incluso la possibilità di utilizzarli come scuole e i tuoi collaboratori non sono preparati a sapere che dovranno dedicare un po’ di tempo all’ospite che sta studiando, questo potrebbe metterti in difficoltà.

Perchè?

Perché ti potresti trovare con dei franchisee che non hanno ricevuto una formazione pratica e teorica tale che gli permetta di ottenere grandi risultati con il proprio punto vendita (soprattutto nei primi mesi di apertura).

Questi sono, quindi, i tre principali errori che non permettono ad una rete di avere successo. 
Ma qual è la soluzione?

La soluzione

punti vendita diretti

La soluzione che Reting adotta per tutti i suoi clienti, e che consiglia in generale, è molto semplice e lineare. 

Sappiamo bene che uno degli elementi indispensabili per la creazione di una rete in franchising, è il Manuale Operativo. 

Devi sapere che la prima funzione del Manuale Operativo non è in ottica franchising! 
Questa è una cosa che spesso viene sottovalutata, poiché in molti vedono il manuale operativo come qualcosa da dover fare solo perchè obbligatorio per legge. 
Automaticamente non si pone molta attenzione nel farlo, anzi spesso viene delegato “ad occhi chiusi”. 

In realtà, mentre sei nel processo di creazione della rete, il Manuale Operativo dovrà essere utilizzato per fare quello che abbiamo accennato poco fa: delegare tutte le funzioni operative e manageriali dei punti vendita diretti. 

Inoltre sarà molto utile testarlo fin dall’inizio, in modo tale che se i tuoi collaboratori riscontrano dei problemi vorrà dire che il Manuale deve essere ancora sistemato. 
Quando, invece, vedrai che gli incassi crescono in autonomia e i punti vendita vengono gestiti bene, significherà che avrai fatto un Manuale Operativo pronto per essere venduto. Quindi il manuale prima di tutto è uno strumento che ti crea una libertà, delegando tutte attività amministrative e manageriali!

 

Perchè, però, è importante delegare con il Manuale? 
Se non deleghi nel momento in cui ti stai per franchisizzare, rischi di non aver il tempo per gestire la rete, o peggio ancora dedicare tutto il tempo alla rete, ma vedere i punti vendita che calano di fatturato. 

Dovrai, così, usare i soldi che guadagni dal franchising per ripagare le perdite dei punti vendita, ma in questo modo stai perdendo la condizione essenziale di un franchising, ovvero avere dei punti diretti di grande successo.

E’ chiaro, quindi, che il tutto si regge su un equilibrio molto delicato che devi poter gestire.

Ogni volta che in Reting creiamo una start-up lavoriamo maniacalmente sul Manuale Operativo, in modo tale da poterlo utilizzare, in maniera svizzera e rigida, in tutti i punti diretti della rete in franchising.

Se vuoi trasformare la tua attività in franchising di successo, compila qui sotto il questionario.

questionario per diventare un franchisor