I segreti dei grandi brand americani per avere successo nel mondo del franchising

Come fanno i brand americani a svilupparsi così velocemente e in così larga scala?
Oggi ti svelerò uno dei segreti dei grandi brand americani per avere successo nel mondo del franchising.

Pochi giorni fa Reting ha firmato una collaborazione con Domino’s Pizza Italia e fin dal primo giorno ci siamo resi conto che quello che avevamo davanti era l’esempio perfetto del “Buon Franchising”.

Questo perché Domino’s Pizza è riuscito ad aprire 17 mila punti vendita in 90 Paesi diversi seguendo sempre lo stesso obiettivo: Far vincere l’affiliato!

Ma perchè questa cosa è stata così importante nel loro business?
Ogni affiliato che ha aperto un punto vendita Domino’s ha avuto successo ed automaticamente non si è voluto fermare ma ha investito in altri 3-4 punti vendita.
Domino’s ha capito subito che la vittoria dei propri affiliati avrebbe portato ad un rapido sviluppo dell’azienda, e così è stato.

Ma cosa c’è dietro tutto questo?

Perchè ogni affiliato riesce ad avere successo?

 

L’ingrediente segreto

 
Da giorni, molti imprenditori ci fanno sempre la stessa domanda:
“Come fa un brand americano ha svilupparsi così velocemente, riuscendo ad avere successo in ognuno dei punti vendita aperti?”

Alessandro Lazzaroni,fondatore Domino’s Italia, nell’intervista con il nostro Enrico Tosco, ha spiegato come l’ingrediente segreto del loro successo sia la formazione.

Erroneamente molti imprenditori pensano che la formazione sia una perdita di tempo e che bisogna partire subito nella pratica per poter avere dei risultati. 

Il problema però è che questi imprenditori vedono la formazione come fare un corso o seguire delle lezione, non è così!

La formazione è trasmettere UN SISTEMA DI LAVORO!

Su questo sistema Domino’s ci ha costruito un impero. Loro puntano tutto su una formazione basata sui numeri. Studiano determinate performances, analizzandole con delle statistiche che tengono costantemente sotto controllo. 

Questo cosa significa?
Poter creare un percorso formativo specifico e verticale per ogni collaboratore.
Stiamo parlando di un sistema di crescita potentissimo.

Questa crescita ha portato all’apertura di 17mila punti vendita, ma chi ha fatto la formazione al primo punto vendita?

E’ nato prima l’uovo o la gallina?

Nell’intervista Alessandro Lazzaroni ha raccontato un simpatico aneddoto di quando ha aperto il primo punto vendita in Italia.
E’ una storia che può far capire davvero cosa significa fare del “Buon Franchising”, e quindi ho deciso di riportatelo:

All’apertura del primo punto vendita hanno chiesto ad Alessandro chi era al capo del dipartimento formazione, e lui ha risposto: “A cosa mi serve un dipartimento formazione se ancora devo aprire il primo punto vendita?”

Questa è la risposta che ha ricevuto:

“Se vuoi arrivare a 10 pizzerie, devi avere le persone preparate.
Non puoi pensare che la formazione entra in campo quando hai 200 dipendenti, perché sennò neanche ci arrivi a 200 dipendenti, visto che commetterai errori che intaccherebbero il tuo processo di crescita.”

Pagare un dipartimento formazione quando hai 0 punti vendita ha un costo, ma è l’unico modo per poter avere successo senza errori.

Questo racconto di Alessandro ci fa capire quanto sia importante la formazione come base solida per un progetto vincente.

E tutto ciò che hai investito in formazione lo rivedi nei numeri.
Attenzione, per numeri non intendo le ore di corso, ma bensì i numeri di fatturato e marginalità dei punti vendita!

Vuoi sapere quante pizze è arrivato a fare nel fine settimana quel primo punto vendita di Domino’s Pizza dopo neanche 6 settimane?

Ben 316 pizze in un’ora.

E cosa sarebbe successo se i ragazzi non fossero stati formati adeguatamente?
Si sarebbero verificati sicuramente degli errori, ed un progetto con dei problemi al primo punto vendita non può essere un progetto vincente, e sai perchè?

La corsa al successo per un franchising è come una staffetta in atletica, continua a leggere per capirlo.

Chi arriva primo?

Hai mai visto in Tv una staffetta in atletica?
Immaginati che invece di 10 squadre, ce ne siano migliaia. Ecco questo è il mercato in cui ti trovi. 

La tua azienda non è l’unica che vuole arrivare al traguardo e prendersi gli applausi di tutti.
Immagina ora tu di correre quella gara insieme ai tuoi affiliati.
Parti carichissimo, sei primo e passi per primo il testimone al tuo affiliato.

Cosa succede se lui non corre veloce quanto te?
Arrivi ultimo, te e tutta la tua squadra.

Quindi, questo cosa significa?
Devi poter tramandare tutto ciò che ti ha permesso di avere successo ai tuoi affiliati, devi formarli, devi dare loro gli strumenti necessari a migliorarsi. 

Solo insieme a loro vincerai la gara!

Il Buon Franchising vince sempre, e Domino’s ne è l’esempio.

Se quindi hai un’attività di successo e vuoi scoprire se è franchisizzabile oppure no, clicca qui per compilare il questionario.