La registrazione del marchio

La registrazione del marchio: come non compiere errori

Una componente fondamentale per la legge italiana del franchising, ma soprattutto per un Buon Franchising in generale, è la registrazione del marchio.
Non basta, quindi, avere un proprio brand con un bel nome e un bel logo, perché la cosa più importante è la registrazione di essi.

Cosa significa registrare un marchio?

Significa tutelarlo da quelle persone che potrebbero utilizzarlo per altri scopi o, nel peggiore dei casi, per farci concorrenza. La tutela può essere più o meno estesa a seconda del tipo di registrazione scelta. Ce ne sono di tre tipi:

  • nazionale
  • europea
  • internazionale

Registrare un marchio è quindi molto importante, ma cosa c’entra con il mondo del franchising?

Se inizi il processo di franchisizzazione senza un marchio registrato, e di questo ne parliamo anche in maniera molto importante all’interno del libro “I primi passi per creare la tua rete in franchising” , potresti trovarti ad aver fatto degli investimenti nulli.

In che senso?
Ci è successo in passato di trovare degli imprenditori pronti a partire con il progetto in franchising, ma che poi hanno dovuto interrompere tutto perdendo i soldi investiti in materiali pubblicitari, divise, personalizzazione dei mezzi, ecc.. 

Perchè hanno dovuto interrompere tutto?
Semplicemente perchè il loro Brand era stato già registrato da qualche gruppo internazionale che ha avuto da ridire contro di loro, giustamente.

Il partire impreparati gli è costata una grandissima perdita di tempo, denaro, energie e volontà!

E quindi quali sono i primi passi da compiere per non commettere errori con la registrazione del marchio?
Vediamoli insieme.

Segui questi passi

 

Iniziamo dal primo passo, ovvero quello più semplice da fare: “Il fai da te” 

Perchè “fai da te”?
Due aggettivi: veloce e gratuito!

E cos’è?
Sto parlando di  un sito internazionale, TMview, che ti permette di fare una ricerca su tutti i brand sia a livello di immagine che di testo. Puoi quindi caricare un’immagine o scrivere una parola per capire se il brand è stato registrato e con quali modalità. 

Il secondo passo è capire che esistono due tipologie di registrazione: 

  • quella figurativa, per l’immagine del brand che vuoi registrare, 
  • quella nominale, cioè il nome esatto della tua attività.

Per quanto riguarda la registrazione nominale, non puoi usare parole di uso comune, come ad esempio la parola “pasta”.
Stessa cosa per la parola “rete”.

Ma come puoi vedere, si può registrare la parola Reting!
Perché?

Perché è un nome di fantasia, inventato da noi e che nasce dall’unione di due lingue diverse.
Reti+ing= reti in divenire.

Quindi più il nome è di fantasia e più è facile da registrare e tutelare. 

Una volta che ha quindi compreso che il tuo marchio è libero (grazie al sito TMview) e hai compreso queste importanti informazioni di base, il terzo passo è quello decisivo: 

Rivolgersi ad una società o ad un avvocato specializzato in tutela di marchi e brevetti!

Costerà sicuramente un po di più del tuo commercialista o avvocato di fiducia, ma ti darà la possibilità di evitare un problema molto importante che è il rifiuto della pratica. 

Cos’è il rifiuto della pratica?
Una delle brutte prassi che esiste in questo mondo delle registrazioni!

In poche parole si presenta la pratica, si pagano tutti i bolli e le varie tasse, per poi aspettare l’esito. 

E dov’è il problema?
Potresti trovarti ad aver pagato tutto per poi ricevere un esito negativo. La cosa peggiore è che per ripresentare la pratica dovrai ripagare tutto da capo!

Quindi ti consiglio sempre di rivolgerti a qualcuno specializzato nella tutela del marchio per non incorrere in questo errore.

Ovviamente, se stai pensando di registrare un marchio in ottica franchising, Reting può aiutarti e metterti a disposizione il proprio staff di esperti legali e di avvocati specializzati nella registrazione e tutela di marchi e di know-how.

Quindi compila pure il questionario o scrivici alla nostra pagina contatti (https://www.reting.it/#contact ) per iniziare a sviluppare il tuo franchising nazionale ed internazionale.

questionario per diventare un franchisor